Come controllare la corretta pressione dei pneumatici

Il controllo della pressione dei pneumatici rappresenta quel genere di procedura di manutenzione che, periodicamente, deve essere svolta sul proprio veicolo affinché sia possibile prevenire delle situazioni che possono essere tutt'altro che piacevoli da fronteggiare.

Ecco come svolgere questa procedura e successivamente come apportare un intervento qualora la pressione non dovesse essere corretta.

Perché controllare la pressione delle gomme

La pressione delle gomme rappresenta un elemento chiave grazie al quale è possibile viaggiare in maniera sicura.

Durante le lezioni di scuola guide, in particolar modo durante la fase teorica, l'importanza di questo dato viene esplicata: se le gomme dovessero essere sgonfie, si rischia di consumare con maggior facilità il battistrada e inoltre il rischio di forare aumenta in maniera esponenziale.

Allo stesso tempo un pneumatico con poca pressione comporta anche un leggero sbandamento del veicolo verso la parte dove la ruota è appunto sgonfia.

La pressione elevata, invece, comporta una stabilità del veicolo totalmente assente, dettaglio che non deve essere per nessun motivo sottovalutato e che necessita, quindi, di essere tenuto ben presente nella propria mente.

Non esiste una frequenza periodica corretta per quanto concerne il controllo dei pneumatici ma, per correttezza, sarebbe meglio se questi venissero sottoposti a un controllo settimanale, affinché sia possibile prevenire ogni genere di complicanza, evitando rischi che potranno essere facilmente evitati proprio grazie a questa operazione di manutenzione.

Grazie a questa procedura il veicolo potrà viaggiare in modo sicuro e prevenire una serie di potenziali incidenti mentre si è alla guida dello stesso, garantendo quindi la massima stabilità durante la guida ed evitando viaggi che possono essere poco piacevoli da compiere.

Come conoscere la giusta pressione delle gomme

Un problema che spesso si riscontra quando si parla di pressione delle gomme è rappresentato dal fatto che non tutti sono a conoscenza dell'esatto valore che deve caratterizzare la pressione delle gomme del proprio mezzo di trasporto, visto che la regola del corretto valore vale per le utilitarie ma anche per moto, scooter e veicoli pesanti quali camion e autocisterne.

Per scoprire questo genere di informazione non bisogna di certo compiere dei passaggi che sono complessi ma è possibile venire a conoscenza di tale informazione in maniera molto semplice: il primo tipo di verifica che si può fare consiste nel controllare il libretto della casa costruttrice del veicolo.

In questo documento, nella maggior parte dei casi, viene riportato questo indice e pertanto sarà possibile procedere con la verifica successiva.

Alcuni gommisti, invece, rilasciano un libretto specifico nel quale vengono riportati tutti i dati delle gomme che sono state installate sul veicolo: tra di essi, oltre il numero di chilometri preciso dopo il quale effettuare l'inversione, viene riportata anche la corretta pressione dei pneumatici anteriori e posteriori.

In alternativa è possibile anche procedere con una semplice verifica online, inserendo il nome del veicolo e il costruttore per poi analizzare la scheda tecnica che riguarda le ruote del mezzo di trasporto.

Sostanzialmente è possibile accedere a tale informazione in un modo differente e basterà semplicemente dedicare una piccola parte del proprio tempo per venire a conoscenza dell'informazione necessaria per prendersi cura del proprio veicolo.

Una volta che questo dato viene conosciuto basterà solamente procedere con la fase di verifica della pressione delle ruote del veicolo.

Come preparare la ruota

Per controllare la corretta pressione delle ruote del proprio veicolo il classico colpo d'occhio oppure il tocco con la mano o col piede sono insufficienti: spesso ci si limita a questo genere di procedura ma potrebbe anche accadere che, esteticamente, la ruota sia perfetta e gonfiata correttamente quando, invece, la pressione è totalmente errata.

Per evitare che questo tipo di errore possa essere commesso occorre, per prima cosa, focalizzarsi su una delle quattro ruote: generalmente si parte da quelle anteriori, ma svolgere la procedura anche su quelle posteriori, iniziando la verifica, non è assolutamente vietato.

Per effettuare il controllo occorre svitare la valvola della ruota, ovvero rimuovere con delicatezza il cappuccio che, nella maggior parte dei casi, è nero o argentato: questa procedura deve essere effettuata con attenzione per evitare di rovinare la nervature del cappuccio della ruota e del suo aggancio, cosa che potrebbe essere sinonimo di riparazione.

Inoltre è bene svitare con cura il cappuccio visto che, svolgendo tale operazione in maniera poco accurata, si rischia di sgonfiare la ruota e quindi perdere la pressione.

Una volta che la ruota viene preparata occorrerà procedere con la verifica vera e propria della pressione.

Come controllare la pressione dei pneumatici del proprio veicolo

A questo punto è necessario utilizzare un manometro affinché sia possibile venire a conoscenza del livello di pressione delle proprie ruote: questo strumento, sia classico che digitale, permette di entrare in possesso di un dato importante che corrisponde a quello di proprio interesse.

Il manometro deve essere collegato alla valvola della ruota ma, ovviamente, bisogna prestare la massima attenzione a come questo viene collegato, affinché sia possibile evitare di creare dei danni alla stessa ruota.

Lo strumento deve posto in maniera da non sentire nemmeno un piccolo rumore: un leggero sibilo, infatti, significa che il manometro non è stato poso in maniera corretta e pertanto, oltre rischiare di sgonfiare i pneumatici durante la fase di misurazione, il dato che viene registrato potrebbe non essere giusto.

In questa circostanza occorre muovere leggermente l'inclinazione dello stesso manometro affinché sia possibile avere un dato corretto: quando il sibilo sparisce completamente, il dato che si sta registrando sarà quello relativo alla pressione dei pneumatici.

Per fare in modo che il dato possa essere registrato correttamente, occorre attendere qualche minuto finché la lancetta del manometro non si ferma completamente: nel caso in cui si utilizzi un manometro digitale, che potrà essere trovato sul portale Syriosrl.it, bisogna tenere premuto il tasto che consente di effettuare la registrazione e solamente dopo aver sentito il classico suono elettronico sarà possibile rimuovere lo stesso.

In entrambi i casi, ovvero sia che si utilizzi il classico manometro che quello digitale, il dato che viene registrato deve essere necessariamente confrontato con quello impostato dalla casa costruttrice del veicolo, affinché sia possibile valutare se la pressione delle ruote è corretta oppure se bisogna intervenire.

La pressione dei pneumatici e il proprio intervento

Per fare in modo che la pressione dei pneumatici sia corretta occorre semplicemente svolgere un semplice intervento che varierà a seconda dell'informazione ottenuta.

Qualora il valore del manometro dovesse essere inferiore a quello previsto dalla casa costruttrice del veicolo, bisogna semplicemente utilizzare un compressore e procedere col gonfiaggio delle ruote.

Dopo aver collegato la pompa dello strumento alla valvola della ruota, occorre gonfiarla tenendo in considerazione l'indice che verrà registrato dal manometro, evitando quindi di gonfiare eccessivamente le ruote.

Qualora invece la pressione dovesse essere eccessiva, con la punta del cavo del compressore ad aria bisognerà premere leggermente l'interno della valvola, affinché l'aria in eccesso venga appunto espulsa da parte della stessa ruota.

In entrambi i casi, al termine della procedura di correzione della pressione delle ruote, sarà necessario avvitare il cappuccio della valvola della ruota, ultima operazione che deve essere svolta dopo aver verificato e sistemato la pressione delle ruote.

Occorre però fare una piccola precisazione, ovvero ricordarsi che spesso la pressione dei pneumatici corretta non permette al veicolo di sfruttare al massimo le sue potenzialità.

Per riuscire in tale impresa è sempre meglio gonfiare le ruote di almeno 0.1 bar in aggiunta: questo specialmente se si deve effettuare il trasporto di un carico abbastanza pesante che necessita appunto di una prestazione migliore da parte del proprio veicolo.

Pertanto il controllo della pressione delle ruote rappresenta una procedura che non sarà affatto complessa da svolgere e che richiede pochissimo tempo e lo stesso vale per quanto concerne la correzione della stessa, che renderà il proprio veicolo migliore sotto ogni punto di vista.

X