Come Lucidare una Barca

La propria barca deve essere sempre sottoposta a una procedura di lucidatura e protezione, affinché questa possa essere pronta ad accompagnarvi in diversi viaggi e farvi provare il piacere di una vacanza totalmente differente da quella classica.

Ecco come procedere affinché tutte queste operazioni di lucidatura, pulizia e protezione possano essere effettuate in maniera adeguata, conseguendo un risultato finale perfetto sotto ogni ottica.

Perché lucidare la barca

Lucidare la barca non deve essere vista come operazione superflua, visto che ad essa seguono diverse operazioni come l'applicazione di prodotti protettivi e precede l'operazione di pulizia e manutenzione completa che deve essere svolta periodicamente sul proprio mezzo marittimo.

Che sia di piccole dimensioni oppure grandi, la barca lucidata avrà un aspetto totalmente differente rispetto una barca che invece viene quasi abbandonata al suo destino, permettendovi quindi di apprezzare maggiormente questo particolare mezzo di trasporto.

Ma vediamo ora nello specifico come svolgere tutte le diverse procedure in maniera tale che possiate avere l'opportunità di svolgere tutte le differenti procedure senza rischiare di commettere degli errori che potrebbero andare a danneggiare la stessa barca.

Dove lucidare la barca

La prima procedura che dovete svolgere consiste nel posizionare la barca sull'apposito carrello che vi permette di trasportarla.

Svolgere la lucidatura nell'acqua, infatti, ha diversi svantaggi come:

  • impossibilità di accedere alle zone dello scafo;
  • rischiare di lucidare una barca dove è presente salsedine;
  • impedire al prodotto di agire sulla barca e offrirvi il risultato finale al quale state mirando.

Pertanto la prima procedura che deve essere svolta consiste semplicemente nel procedere col sollevare la barca, ovvero metterla nell'apposito carrello, in maniera tale che questa possa essere totalmente accessibile in ogni sua parte.

Inoltre ricordatevi che determinate parti potrebbero non necessitare della lucidatura, pertanto dovete coprirle: meglio procedere con l'utilizzo di un telo impermeabile in PVC, in maniera tale che voi possiate effettivamente riuscire a conseguire un risultato finale perfetto sotto ogni ottica.

Il lavaggio della barca

Prima di procedere con la lucidatura della barca, dovete necessariamente pulirla.

Questa procedura è fondamentale in quanto, grazie a essa, sarete in grado di rimuovere tutte le eventuali impurità presenti sulla stessa barca, prevenendo quindi l'esecuzione di un lavoro che non produce i risultati sperati.

Per pulire la barca non utilizzate l'idropulitrice: questo è uno dei pochi casi dove uno strumento così professionale e comodo è sconsigliato, visto che questo potrebbe arrecare dei danni a causa dell'alta pressione che caratterizza l'acqua che viene spruzzata.

Utilizzate invece una classica pompa e ricordatevi non aprire al massimo il rubinetto, visto che anche in questa circostanza potrete arrecare dei danni alle varie parti della barca.

Per svolgere un lavoro di pulizia accurato dovete munirvi di:

  • pompa;
  • spugna;
  • detergente per la pulizia;
  • panni per asciugare;
  • prodotti per le incrostazioni, ovvero detergenti e spugna in metallo.

Per prima cosa dovrete bagnare completamente la barca, effettuando un'operazione semplice che vi permette di rimuovere le parti di sporcizia superficiali.

Successivamente, utilizzando un secchio, immergete la spugna nello stesso e usate un detergente per dare alla barca una sensazione di pulito e profumarla.

Dovete semplicemente strofinare le diverse parti della barca utilizzando la spugna e rimuovendo le incrostazioni: qualora queste siano presenti, dovrete semplicemente sfregare le diverse parti con la spugna in metallo, affinché possiate rimuoverle correttamente.

Svolta anche questa procedura, il passaggio successivo consiste semplicemente nell'utilizzo della pompa: sciacquate completamente la barca per rimuovere le tracce di detergente e quelle residue di incrostazioni.

In questo modo potrete passare alla fase successiva, ovvero la rimozione della vecchia cera.

Rimuovere la vecchia cera dalla barca

La fase successiva, prima di applicare la nuova cera, consiste nella rimozione di quella vecchia, in maniera tale che possiate avere l'occasione di rendere la vostra barca esteticamente perfetta.

Munitevi quindi di un prodotto che vi permetta di rimuovere la vecchia cerca e applicatelo su tutte le parti della barca: questo deve essere sfregato utilizzando un panno in microfibra asciutto, in maniera tale che sia il prodotto che la vecchia cera possano essere rimossi totalmente.

Quando il panno dovesse essere sporco, lavatelo e strizzatelo: rimuovere le impurità dallo stesso rappresenta la procedura necessaria che vi permetterà di avere una barca totalmente pulita.

Una volta che avete rimosso completamente la vecchia cera, non dovrete fare altro che sciacquare nuovamente la barca, affinché qualche residuo che non siete riusciti a rimuovere col panno possa essere rimosso procedendo in questo semplice modo, che vi permetterà di avere una barca totalmente pulita.

L'utilizzo della pasta abrasiva

Questo tipo di operazione vi permetterà di rimuovere completamente le incrostazioni e successivamente di utilizzare un lucidante.

La pasta abrasiva deve essere:

  • non aggressiva, evitando quindi di danneggiare la barca;
  • utilizzata sulle parti dove vi sono piccoli graffi e incrostazioni;
  • deve essere utilizzata a piccole dosi, in maniera da evitare di sporcare nuovamente la barca.

Anche in questo caso occorre prestare la massima attenzione: la pasta abrasiva deve essere strofinata con un panno sottile e morbido, applicando un movimento circolare che si estende su tutta la superficie che intendete trattare.

Qualora in alcune zone fossero assenti segni di usura, non dovrete fare altro se non evitare di utilizzare la pasta abrasiva, in quanto in questo caso potreste arrecare dei danni estetici alla stessa barca, ovvero il prodotto potrebbe intaccarlo e quindi far perdere parte della bellezza estetica al vostro mezzo di trasporto marittimo.

La pasta lucidante

A questo punto dovete utilizzare la pasta lucidante sulla barca, in maniera tale che la cera che andrete ad applicare possa produrre l'effetto che desiderate.

Ricordatevi sempre che la pasta lucidante deve essere utilizzata non solo nelle aree dove avete applicato la pasta abrasiva, ma anche su tutte le altre.

Questo prodotto deve essere considerato da voi come uno strumento che vi permetterà di potenziare al massimo la presenza della cera che andrete ad applicare.

Per utilizzare la pasta lucidante dovrete procedere nel medesimo modo che ha caratterizzato l'utilizzo della pasta abrasiva: pertanto vi dovrete munire di un panno e strofinare, possibilmente con movimenti circolari, la pasta lucidante.

Evitate di utilizzarne quantità eccessiva dato che, in questa circostanza, non solo sporcherete la barca ma rischiate anche di avere aree della stessa dove è la barca tende a essere maggiormente lucida e altre nelle quali, invece, la stessa tende a essere opaca.

Per fare un ottimo lavoro dovrete partire dalla prua per poi spostarvi a poppa e infine nella parte dello scafo.

L'applicazione della cera

A questo punto sarete pronti per applicare la cera sulla vostra barca: è consigliato, anche in questo caso, l'utilizzo di un prodotto che non sia troppo aggressivo e che vi permetta invece di farvi ottenere un risultato finale perfetto.

Per ottenere un ottimo risultato è consigliato utilizzare la lucidatrice elettrica, come quelle presenti su Syriosrl.it che vi permetteranno di applicare la stessa in modo ottimale e allo stesso tempo evitando di creare delle imprecisioni poco piacevoli esteticamente.

Stendete una quantità di cera sulla barca e iniziate a lucidarla utilizzando l'apposito utensile elettrico: il movimento deve essere ovviamente circolare e allo stesso tempo caratterizzato dalla stessa direzione che ha identificato l'utilizzo della pasta abrasiva e di quella lucidante.

L'operazione deve essere svolta su tutte le parti di dimensione elevata, come prua, poppa e scafo, mentre nei raccordi e zone strette utilizzate un panno per lucidare la barca.

Applicata la prima mano di cera attendete che questa si asciughi completamente e successivamente date una seconda mano di prodotto.

Infine strofinate con cura tutta la superficie della barca, in modo tale che questa inizi a brillare grazie all'utilizzo della stessa cera.

Cercate di raggiungere il livello di vostro gradimento in tutte le parti della barca, evitando quindi di lucidarla meglio in alcune zone e lasciarne altre poco curate.

La cera non deve essere lavata una volta che la vostra barca inizia a brillare, ma lasciata asciugare.

Grazie a tutti questi passaggi avrete l'occasione di possedere una barca totalmente lucidata e in grado di rispondere perfettamente a tutte le vostre esigenze: tale procedura deve essere svolta ogni qualvolta vogliate che la vostra barca sia esteticamente perfetta.

Di seguito vi segnaliamo gli utensili utili per lucidare la vostra barca:

 

X