Come prendersi cura della barca

La barca, oltre essere considerato come il mezzo che vi permette di gustarvi delle ottime vacanze, vi permette di rilassarvi e prendere parte a diverse attività, come uscite con amici e famigliari e altre.

Proprio per questo motivo occorre prendersi cura della barca affinché questa possa essere perfetta e priva di ogni genere di imprecisioni, sia estetiche che per quanto riguarda l'aspetto funzionale.

Vediamo ora come procedere per svolgere tutte le procedure di manutenzione sulla barca.

Le operazioni di cura della barca e la frequenza ideale

In teoria, per evitare che la propria barca possa essere caratterizzata da difetti che potrebbero essere sia visibile che andare a influire sulle prestazioni del mezzo di trasporto marittimo, le operazioni di manutenzione dovrebbero essere svolte ogni volta che si effettua un'uscita.

Questo per evitare che i residui di sale marino e altri elementi possano arrecare un danno alla stessa barca e quindi renderla meno curata e funzionale del previsto.

In alternativa, specie durante i periodi di inutilizzo del mezzo, per prendersi cura della barca bisogna investire almeno una giornata della settimana con le procedure di pulizia, che possono essere rapide oppure maggiormente lunghe a seconda della situazione che si palesa.

Vediamo quindi quali sono le diverse procedure che devono essere svolte per ottenere un risultato finale perfetto sotto ogni punto di vista e rendere la barca perfetta sotto ogni ottica.

Le superfici vetrate della barca

Partiamo da una parte molto importante della barca, ovvero le superfici vetrate, le quali sono fondamentali sia per coloro che si trovano in cabina di pilotaggio, sia qualora si abbia voglia di gustarsi un panorama osservando dagli oblò,

Per prendersi cura delle superfici vetrate, evitando che i raggi solari possano ingiallire tali parti oppure il sale marino possa danneggiarle, occorre sfruttare un prodotto detergente che permette la rimozione totale delle impurità e sostanze che appunto possono danneggiare tali superfici.

Il detergente Karcher, creato appositamente per tali superfici, permette non solo di rimuovere le impurità ma grazie alla sua formula naturale riesce a proteggere le stesse dalle azioni dei raggi solari e del sale marino.

Per ottenere un buon risultato sarà possibile usare l'aspira gocce e spazzola lava vetri del medesimo marchio, che permette di prevenire aloni e allo stesso tempo che le gocce residue possano sporcare i vetri.

Questa spazzola deve essere utilizzata passandola sulla superficie vetrata dopo avere sciacquato la medesima e aver applicato il detergente per il trattamento dei vetri: con un movimento uniforme sarà possibile rimuovere ogni singolo residuo di prodotto e acqua e avere la certezza che le superfici vetrate abbiano quell'aspetto perfetto sotto ogni ottica, evitando quindi sostituzioni degli stessi a causa di macchie e altre imperfezioni che rendono la barca meno bella da vedere.

Parti e meccaniche ed elettriche e la loro protezione

La barca è ovviamente caratterizzata da diverse parti meccaniche ed elettriche che necessitano di essere totalmente protette: in questo modo sarà possibile evitare che queste possano subire un danno che rende l'utilizzo della barca maggiormente problematico e meno piacevole del previsto.

In questo frangente sarà dunque necessario sfruttare un prodotto che sia in grado di offrire un tipo di soluzione immediata ed efficace grazie alla quale ogni singolo difetto presente sulla barca possa essere totalmente rimosso senza nemmeno una piccola imprecisione.

L'umidità e gli effetti corrosivi di sale e acqua, che possono entrare a contatta con le parti meccaniche, ma anche quelle metalliche ed elettriche presenti sulla barca, verranno sconfitte grazie al detergente spray WD 40.

Tale prodotto, infatti, riesce a offrire una protezione totale ed evitare che questi elementi marini, ovvero acqua e salsedine, possano avere un impatto negativo sulla funzionalità della barca sul fronte elettrico e meccanico.

Creando una sorta di scudo protettivo, questo prodotto farà in modo che ogni genere di situazione negativa, come ruggine o effetto corrosivo, possano venirsi a manifestare.

Il prodotto deve essere sfruttato in maniera molto semplice, ovvero basterà una piccola dose sullo stesso che deve essere spruzzato con cura per poi essere leggermente strofinato con un panno asciutto, senza rimuoverne eccessive quantità.

Il prodotto deve anche essere lasciato agire e pertanto maggiore sarà la quantità che verrà assorbita dalle parti che devono essere trattate, migliore sarà la protezione che potrà essere effettuata sulla barca.

Questa operazione deve essere svolta indipendentemente dal fatto che la barca sia stata utilizzata oppure che sia attraccata al molo: sarà quindi importante evitare di trascurare tale aspetto visto che la barca stessa potrebbe non funzionare correttamente e quindi dover essere sottoposta a controlli continuativi e riparazioni maggiormente costose, che potranno invece essere prevenute grazie a questa semplice e rapida operazione che richiede pochissimo tempo per essere svolta correttamente.

La barca e la cura delle sue parti in acciaio

Le parti in acciaio della barca devono essere trattate con immensa cura affinché sia possibile rimuovere la ruggine e proteggerla dalla formazione della medesima, che andrebbe a rovinare la barca stessa.

In questo caso il prodotto ideale è rappresentato da un detergente che, oltre rimuovere la sporcizia, permette di eliminare la ruggine.

In questo caso il prodotto ideale per trattare tali superfici è il detergente Karcher RM 110 Advance protettivo, che seppur nato per evitare che le idropulitrici possano subire la formazione della ruggine, si adatta perfettamente anche per tutte quelle parti metalliche che entrano in contatto con l'acqua.

Disponibile sul portale Syriosrl.it, questo prodotto potrà essere utilizzato su un panno, che deve essere strofinato sulle superfici in acciaio: ovviamente, prima di usare questo prodotto, sarà necessario procedere al lavaggio delle diverse parti metalliche della barca, affinché queste possano essere private dei residui di salsedine, acqua e polvere.

Se la ruggine è già presente sarà possibile utilizzare un prodotto che consente di rimuovere le incrostazioni e una spugnetta metallica, in maniera tale che sia possibile far tornare a risplendere perfettamente le diverse parti della barca caratterizzate in acciaio.

Col prodotto protettivo sarà quindi impossibile vedere la formazione di ruggine a patto che questo venga sfregato per bene sull'intera zona che si vuole proteggere, evitando quindi di lasciare diverse aree scoperte che possono invece essere esposte a questo rischio.

 

Le altre operazioni di manutenzione sulla barca

Bisogna anche ricordarsi che la barca è caratterizzata anche da diverse parti fondamentali, come il legno e i rivestimenti in tessuto.

Per quanto riguarda le prime superfici, per evitare che queste possano subire degli effetti negativi dovuti da una scarsa manutenzione occorre necessariamente prendere in considerazione l'utilizzo di prodotti adatti per il lavaggio delle suddette e che non sia eccessivamente forti.

In questo modo sarà possibile rimuovere ogni singola traccia: secchio, straccio e detergente rappresentano un'ottima combinazione che consente di mantenere le suddette parti della barca in uno stato ottimale e in grado di far fronte a tutte le proprie esigenze.

A questo si aggiunge anche la manutenzione dei vari tessuti presenti nella barca: questi devono essere necessariamente sottoposti a manutenzione periodica, ovvero sarà opportuno pulirli con un aspiratore, in maniera tale da rimuovere eventuale polvere e residui di ogni genere, per poi applicare un prodotto protettivo che permetta non solo di igienizzare le suddette parti, ma anche fare in modo che queste possano essere piacevoli da sfruttare.

Pertanto le operazioni per prendersi cura della barca sono molteplici e ognuna di essere deve essere svolta con estrema cura, in maniera tale che sia possibile conseguire un risultato finale ottimale, ovvero avere una barca che possa essere sfruttata senza alcuna preoccupazione.

Ovviamente bisogna anche prendere in considerazione l'eventualità di utilizzare diversi teli in PVC che siano impermeabili e che proteggano la barca dai raggi solari, soprattutto quando questa non deve essere utilizzata durante la stagione autunnale e invernale o per altre motivazioni.

Prendersi cura della barca rappresenta la chiave di svolta che consente di avere un mezzo di trasporto che non sarà solo bello esteticamente ma che, al contempo, consente anche di evitare che la stessa possa essere soggetta a una serie di riparazioni che sono costose e che si potrebbero appunto essere prevenute con una manutenzione continuativa e periodica.

Ecco alcuni elettroutensili utili:

 

X