Come scegliere un tagliabordi

Il tagliabordi e il design del giardino

Dedicarsi alla cura di un giardino e allo stabilirne il design può essere una cosa al contempo divertente e rilassante. Si potrà valutare la tipologia di piante, la conformazione del terreno, l'introduzione di cespugli o di piccoli muretti e l'altezza dell'erba. Il tempo da dedicare non è sempre moltissimo per questo per chi non vuole rinunciare alla passione di dedicarsi rendere unico e personalizzato il proprio spazio verde, sono fondamentali gli strumenti adatti. Per ogni realtà sarà necessario un attrezzo specifico che svolga anche più di una funzione. Se vuoi rendere perfetto il tuo giardino in ogni minimo particolare non puoi fare a meno di utilizzare un tagliabordi. Ma che cos'è questo strumento? Quali sono le sue caratteristiche e i vantaggi? In questa guida andremo ad analizzare i singoli aspetti in modo che possiate affrontare la scelta più valide per uno strumento che si adatti alle vostre esigenze.

Che cos'è un tagliabordi

Il tagliabordi è una forma di decespugliatore finalizzato poter compiere dei lavori di rifinitura nel giardino, dal taglio dell'erba a quella delle siepi e dei cespugli. Il termine stesso ci fa comprendere come la sua particolarità non è solo quello di intervenire sul taglio, ma anche di poterla effettuare in punti particolari, i bordi, dove un normale decespugliatore non riuscirebbe a intervenire. Un tagliabordi infatti è costruito non solo per essere facilmente maneggevole, ma con una conformazione della parte dedicata al taglio che permette di effettuare operazioni anche in prossimità di muretti oppure di viali senza rischiare di danneggiare la muratura e l'attrezzo.

Le caratteristiche di un tagliabordi

Lo strumento per certi aspetti è molto simile a un decespugliatore, ma con una potenza del motore leggermente minore e una struttura ergonomica che lo caratterizza. Il tagliabordi prevede un sistema che alimenta il movimento delle lame, posizionato nella parte bassa dell'attrezzo in modo da poter avere un peso verso il basso. Ciò lo rende uno strumento nettamente più leggero e facile da usare rispetto a un normale decespugliatore che invece prevede una struttura del motore nella parte alta. Inoltre vi sarà un'impugnatura ergonomica necessaria a mantenere saldo l'oggetto durante l'attività e un sistema di taglio che si differenza in base al modello. L'insieme degli elementi crea un attrezzo studiato per essere non solo facile da utilizzare per chiunque voglia dedicarsi alla sua passione per il giardinaggio, ma anche molto leggero e versatile. Il fine del tagliabordi non è quello di compiere dei grandi interventi di pulizia del giardino, ma di essere utilizzato al fine di rendere l'estetica dello stesso perfetta.

Come scegliere il tagliabordi

Ma come scegliere il giusto tagliabordi adatto alle proprie esigenze? In commercio sono presenti numerosi prodotti, tutti di qualità e con altre performance di utilizzo e di resa sia nel tempo che per la tipologia di taglio. Ogni prodotto ha poi delle sue particolarità, ma vi sono dei parametri che possono essere presi in considerazione come fondamentali al fine di poter avere uno strumento che sia funzionale e al contempo utile per potersi dedicare in pieno e senza fatica alla propria passione. Di seguito elenchiamo quelli che sono i parametri principali in base ai quali può essere effettuata la scelta di un tagliabordi:

- prezzo: prima di tutto è importante valutare quale sia la spesa da affrontare, la quale è direttamente proporzionale alla vostra passione per il giardinaggio. Se infatti avete intenzione di dedicare diverse ore del vostro tempo libero alla cura del verde allora avrete bisogno di uno strumento che abbia delle capacità maggiori e quindi il costo potrà essere più alto. In ogni caso non sempre il prezzo indica la qualità del prodotto dato che sono presenti strumenti di qualunque fascia di costo e tutti di ottima qualità;

- alimentazione: i tagliabordi come tutti gli strumenti ricevono energia da un motore il quale viene alimentato in tre modi differenti: a scoppio, a elettricità e a batteria.

Nel primo caso si avrà un sistema che prevede l'immissione di una miscela che permetta quindi il funzionamento. Questa alimentazione viene quasi sempre applicata a quei tagliabordi che hanno un motore più potente e che superino le 1000 W. Inoltre può essere molto utile se si ha un giardino con una superficie superiore a 250 mq, per permettere un lavoro continuato senza dover ogni volta andare a ricaricare il prodotto, come nel caso della batteria.

L'alimentazione elettrica, prevede la necessità di collegare il tagliabordi direttamente a una presa di corrente. I modelli che sfruttano tale tipologia di realtà prevedo cavi molto lunghi anche se per un fatto di praticità è inevitabile l'applicazione di una prolunga. Può essere un valido supporto per giardini che abbiano una superficie minore di 250 mq.

Infine vi sono anche strumenti che funzionano grazie a una batteria a litio. Il vantaggio è quello di non dover preoccuparsi di un filo di prolunga, oppure di dover acquistare la miscela immettendola nel serbatoio. I nuovi prodotti prevedono delle batterie a ioni di litio che permettono un lavoro ad alta intensità anche per periodi lunghi, come può essere circa 45 minuti di taglio, dopo il quale sarà comunque necessario effettuare la ricarica della durata di circa un paio d'ore;

- peso: altro fattore molto utile per poter sceglier il tagliabordi più adatto è quello del peso. Lo strumento si differenza sostanzialmente dal decespugliatore per essere molto più leggero e versatile e di prevedere un motore posizionato all'altezza delle lame, in basso, il quale lo rende molto maneggevole. Il peso varia in base alla potenza del motore e al la tipologia di materiali che vengono impiegati tra i 1,6kg ai 3,6kg. Un tagliabordi più leggero può essere utile al fine da rendere più divertente la vostra opera di giardinaggio senza affaticarsi;

- tipologia di taglio: l'intervento sull'erba e i cespugli avviene attraverso un meccanismo di taglio che prevede la presenza di un filo oppure di lame. Nel primo caso viene applicata alla testa rotante un particolare filo di nylon ad alta resistenza che varia da 1mm ai 3mm. La conformazione può essere tonda oppure leggermente quadrata con un intervento più leggero oppure intensivo. Nel momento in cui il motore gira, la rotazione permette al nylon di intervenire ed effettuare il taglio. È una tipologia di lama molto utile, dato che le bobine si vendono a metri e si potrà sostituire quando si vuole un filo consumato con un altro in modo da avere un risultato sempre ottimale.

L'altra soluzione prevista è quella della presenza di lame, veri e propri coltelli che sono molto resistenti e premettono quindi il taglio anche dell'erba più spessa;

- impugnatura: un tagliabordi deve essere maneggevole ma al contempo sicuro da utilizzare, dato che comunque è uno strumento che ha delle lame e quindi sarà necessaria avere una presa molto decisa su di esso. Per questo l'impugnatura non solo deve essere strutturata in modo ergonomico, ma anche con materiale che permette di non perdere il controllo dello strumento anche se si indossano guanti di protezione;

- rumorosità: in base alla potenza del motore e quindi alla tipologia di alimentazione, vi sarà un impatto acustico maggiore e quindi una rumorosità nell'utilizzo del tagliabordi. Quasi sempre quelli che prevedono un motore a 4 tempi sono meno silenziosi rispetto ai modelli a due tempi che possono essere alimentati anche a batteria o con l'elettricità. L'impatto ambientale acustico può essere un parametro di scelta molto valido, soprattutto se avete un giardino di tipo condominiale e quindi con la presenza di altre abitazioni vicine;

- protezioni aggiuntive: il tagliabordi è uno strumento che prevede delle lame utilizzate al fine di effettuare un taglio ben preciso. Anche se è costruito rispettando tutti i criteri di sicurezza può essere comunque uno strumento pericoloso. Per questo può essere utile valutare quei modelli che prevedono delle protezioni aggiuntive vicino al carter per proteggere i vostri piedi;

- optional: infine può essere molto utile valutare la presenza di optional come un'impugnatura aggiuntiva, la possibilità di regolare la lunghezza telescopica dello strumento e la presenza di lame nella confezione.

Quali sono i vantaggi del tagliabordi

Il tagliabordi è uno strumento molto vantaggioso per rendere il design perfetto del vostro giardinaio. Ma quali sono i vantaggi nell'utilizzarlo? In primo luogo rispetto a un decespugliatore è uno strumento più piccolo, leggero e facile da utilizzare. Può quindi essere impiegato in maniera costante per poter intervenire nelle rifiniture dei giardini e per tagliare siepe e piante. Le protezioni sono molto elevate e questo vi permette di utilizzare lo strumento senza pericolo di danneggiare intonaci oppure i sistemi elettrici del giardino.

Dove acquistare il tagliabordi

Comprare un tagliabordi è qualcosa di molto semplice. Sarà possibile recarsi direttamente presso i negozi specializzati per i prodotti da giardino oppure un ferramento fornito. Per chi vuole però dedicare un po' più di tempo alla scelta confrontando le differenti marche può essere molto vantaggioso utilizzare il Web e i portali di comparazione degli strumenti. Inoltre sono presenti molti siti in cui poter effettuare l'ordine direttamente online e da casa.

Ecco alcuni tra i nostri migliori prodotti:

  • https://www.syriosrl.it/tagliabordi-li-ion-58v-2-00-ah-caricabatterie-li-58t-967686962
  • https://www.syriosrl.it/tagliabordi-li-ion-18v-serie-z-solo-corpo-macchina-dum604zx
  • https://www.syriosrl.it/tagliabordi-li-ion-18v-serie-z-solo-corpo-macchina-dum604rtx
  • https://www.syriosrl.it/dur188lz-bordatore-a-batteria-18v-senza-batteria-e-caricabatteria
  • https://www.syriosrl.it/decespugliatore-spalleggiato-49-9-cm-1-9-kw-bp2053-bp2053
X