Crepe nell'intonaco: cause e soluzioni

Le crepe dei muri: attenzione al benessere della casa

In ogni casa si uniscono vari elementi che combinano l'aspetto tecnico e architettonico con l'estetica. Il loro equilibrio è qualcosa di fondamentale che permette di vivere un appartamento in modo adatto alle nostre esigenze. Muri, mattoni e cemento costituiscono lo scheletro di un edificio, ma senza la presenza degli intonaci, le nostre case non sarebbero luoghi in cui poter trascorrere le giornate in salute e in tranquillità. Ma come tutte le cose anche sia la muratura e gli intonaci sono soggetti al tempo. Per questo potrebbe capitare di notare la comparsa di una serie di spaccature o crepe. Cosa fare quando l'intonaco viene danneggiato? Quali sono le cause e i rimedi? Di seguito andremo ad analizzare i singoli aspetti, indicando le soluzioni più adatte.

L'intonaco: Protezione ed estetica

L'intonaco è l'abito con cui si ricopre il corpo della muratura. Grazie ad esso quindi la struttura interna di una casa, spesso antiestetica dato che è composta da cemento, mattoni e acciaio, viene ricoperta, scomparendo alla vista. In questo modo non solo si risolve un problema di design architettonico, ma si tende anche a tutelare le superfici interne dalla corrosione di agenti atmosferici e dal passare del tempo. Gli intonaci moderni sono generalmente ottenuti miscelando malta con l'acqua e aggiungendo un differente composto inerte.

Intonaco per ogni realtà: Deumidificante, ignifugo e rinforzante

In base alla sostanza che viene aggiunta, l'intonaco può acquisire delle caratteristiche differenti. Negli ultimi anni si sono utilizzati anche tipologie particolari finalizzate per rendere sempre più confortevoli le nostre abitazioni. A questo fine si sono sviluppati gli intonaci termici oppure contro l'umidità che sono utili per le abitazioni che si trovano in luoghi di mare, oppure in quelli in cui gli sbalzi termici sono molto elevati. Non solo un intonaco può quindi tutelare le parti interne della casa da infiltrazioni, ma per esempio nel caso di quello isolante ha anche il vantaggio di creare un sistema di scambiamento del calore. Inoltre l'intonaco può essere impiegato anche ai fini di sicurezza, sia per rinforzare le strutture che hanno subito danni per il passare del tempo o per determinati cedimenti, sia per proteggere lo scheletro della casa dalla minaccia del fuoco.

Le crepe: Un distacco nel sistema nell'equilibrio

L'intonaco in base alla tipologia di materiali impiegati insieme alla malta ha una consistenza che lo rende compatto, permettendo di creare una superficie unica. Per questo viene passato sulla parete più volte e con consistenza differenti. Su di esso potranno poi essere effettuati interventi successivi come decorazioni oppure stucchi e pittura. Nel momento in cui la sua superficie subisce un danno si parlerà di crepa. Con tale termine quindi si identifica la presenza di un'imperfezione sull'intonaco che può essere di diversa entità. Una crepa può essere superficiale, mantenendo intatto l'intonaco, oppure produrre una netta spaccatura o in altri casi riguardare un problema più profondo e serio.

Quali sono le cause delle crepe?

Le cause di una crepe possono essere di natura esterna o strutturale. Con le prime si considerano una serie di interventi che hanno procurato una rottura dell'integrità dell'intonaco e il cui problema è prettamente estetico. Nel caso delle seconde invece l'intonaco rappresenta il segnale di qualcosa di più profondo che ha interessato lo scheletro della struttura e che non può essere semplicemente affrontato come una realtà solo di design. Di seguito vediamo quali possono essere le cause in generale:

 

  • umidità: gli agenti atmosferici sono il primo nemico degli intonaci. L'acqua infatti con il passare del tempo si insinua tra gli elementi che compongono la malta e con gli sbalzi di temperatura inizia a formare una serie di spaccature. Man mano che l'integrità della superficie viene meno, le crepe si allargano fino a far cadere anche parti intere di superficie. Il primo segnale di un'infiltrazione è quella di visualizzare una macchia e successivamente un alone sotto lo strato di pittura. Questa ben presto si trasforma in un rigonfiamento che provoca la spaccatura. L'umidità non è solo un problema delle case di mare, ma di qualunque abitazione;
  • secchezza: così come l'acqua può produrre danni, anche una temperatura molto elevata può effettuare la stessa situazione. Infatti il calore interviene sulla malta dell'intonaco limitando la capacità di coesione e producendo una maggiore fragilità della superficie. A lungo andare si iniziano a determinare delle prime crepe e intravedere uno spolveramento della superficie;
  • presenza di tubazioni: anche la presenza di tubazioni all'interno del muro può essere causa si crepe. I tubi dell'acqua possono essere soggetti a condensa, così come quelli del gas, dovuto allo scambiamento termico tra il liquido presente al loro interno e la temperatura esterna. Nelle nuove costruzioni ogni tubo è coibentato in modo da poter annullare questo effetto. Ma con il passare degli anni potrebbe determinarsi una riduzione della capacità di tenuta oltre anche a perdite all'interno dei tubi che in poco tempo possono generare delle crepe;
  • tipologia di muro: alcune crepe sono causate semplicemente da assestamento del muro. Questo avviene quando si sono utilizzati particolari materiali che necessitano di più tempo per la loro edificazione. L'esempio tipico è di quando non si attende che il cemento di una parete in mattoni o in siporex si asciughi e viene subito applicato lo stucco. Queste crepe vengono definite di assestamento e spesso compaiono anche dopo alcuni giorni se per esempio si è in una zona ad alto traffico urbano oppure vicino a metropolitane o a passaggi di treni;
  • tipologia di materiale: altra situazione che può essere fonte di creazione di crepe è la scelta del materiale. Se viene utilizzata una malta non idonea per l'ambiente o per la tipologia di casa potrebbe essere proprio questa la causa di una crepa. Infatti se per esempio si ha una casa in riva al mare e si utilizza un semplice intonaco senza componenti deumidificanti, in breve l'umidità e gli agenti atmosferici potranno creare una serie di spaccature. Lo stesso vale se si è in una zona in cui gli sbalzi termici sono molto elevati. La qualità del materiale è fondamentale per evitare di dover effettuare degli interventi di manutenzione;
  • interventi lavorativi interni: gli stessi abitanti della casa possono essere la causa di crepe. Basta considerare eventuali lavori fai da te come installazione di mensole oppure chiodi o di mobili da muro. In altri casi le crepe si determinano per dei lavori che si stanno svolgendo, come un abbattimento di un muro attiguo o l'introduzione di un solaio. In questo caso è molto importante valutare se il danno è dovuto dalle vibrazioni dei lavori oppure da un aumento del carico sulla struttura;
  • interventi all'esterno della casa: le crepe sono un segnale che l'equilibrio di un muro e della sua copertura di intonaco ha subito dei cambiamenti. La causa può essere anche dovuta a delle sollecitazioni esterne. L'esempio tipico è quello di lavori stradali, oppure effettuati nella casa affianco. Anche in questo caso è molto importante valutare l'entità della crepa e se l'intervento esterno abbia determinato solo un assestamento oppure qualcosa di più.

La valutazione delle crepe

Si pensa spesso che una crepa può essere solo un problema estetico dato che è brutta a vedersi e quindi deve essere sistemata al più presto. Spesso però la spaccatura non riguarda solo l'intonaco, ma anche gli aspetti strutturali di una parete. Come abbiamo evidenziato la causa può essere il cedimento del terreno, oppure un abbassamento del muro non previsto. Per questo è importante valutare l'entità della crepa. Ma cose si fa? In primo luogo è importante un'osservazione esterna della spaccatura. Le crepe piccole e che non prevedono spazi all'interno dell'intonaco sono quasi sempre solo di natura estetica e quindi si potrà rimediare subito. Nel caso invece in cui l'intonaco subisce una spaccatura e lo spazio tra l'intonaco non solo è molto ampio, ma anche profondo, allora potrebbe esserci qualcosa di più importante. Per questo potrebbe essere necessaria una consulenza di un architetto o ingegnere di fiducia il quale potrà dirvi quali sono i reali danni.

Cosa fare quando si scopre una crepa

In casi in cui si presenti una crepa nell'intonaco sarà possibile intervenire subito ripristinando lo stato dei luoghi. Potete procedere in due modi:

  • fai da te: la soluzione più economica è quella del fai da te, ovvero procedere da soli. Naturalmente dovete avere una certa dimestichezza con i lavori manuali e una minima conoscenza di come si applica un intonaco. A vostro favore vi sono ampie disponibilità, nei negozi specializzati, di malte già pronte a cui basta aggiungere solo un po' d'acqua per essere subito pronte. Ricordate però che quasi sempre l'intonaco è ricoperto da uno strato di pittura o di stucco, quindi non solo dovrete riparare la superficie con nuovo intonaco, ma poi pitturare anche la parte;
  • intervento di un professionista: altra soluzione è quella di chiamare uno specialista del settore, quindi un pittore o un mastro muratore o una ditta specializzata, la quale si farà carico di tutti gli interventi ripristinando l'estetica del muro.
X