Pulizia del giardino: come gestire le piante infestanti

Per gestire le piante infestanti esistono due soluzioni:

  •  si possono tagliare rovi e arbusti usando utensili come il tosasiepe allungabile, un troncarami e o il classico decespugliatore
  •  si può adottare un approccio meno aggressivo e optare per reti di contenimento, un diserbante chimico come il glifosfato o uno naturale come la soluzione acqua, aceto e sale.

 

Facciamo chiarezza: cosa sono i rovi e gli arbusti?

Ma cosa sono gli arbusti? Gli arbusti sono, per andare dritti al punto, piante come il ginepro o il biancospino.
E i rovi, che cosa sono? Sono delle piante spinose che, in alcuni casi, producono addirittura dei piccoli frutti. I più comuni sono le more, i lamponi o le fragole. Ci sono poi piante erbacee come la rucola o la salvia che non conviene debellare perché commestibili e utili da avere nel proprio spazio verde.

Per quanto riguarda invece le piante erbacee perenni come l'ortica, l'edera o la vitalba...discorso completamente diverso. Queste sono molto resistenti perché non hanno bisogno di cure botaniche, si adattano a qualsiasi tipo di terreno e tendono ad invadere molto, troppo spazio.

In sintesi, queste erbacce infestanti possono rovinare il tuo giardino perché trasmettono indirettamente una sensazione di incuria e sono una minaccia per le altre piante perché sottraggono loro spazio, acqua e luce. Inoltre crescono e si diffondo molto rapidamente e le loro radici affondano in profondità ed estirparle a mano è abbastanza faticoso, soprattutto se coprono una superficie estesa.

 

Rovi e arbusti da tenere: cosa fare?

Ecco alcune delle azioni che potete mettere in atto solo quando si tratta di rovi e arbusti che volete conservare oppure tenere sotto controllo e non debellare interamente.

  • se si tratta di more o lamponi potete semplicemente trapiantarle in un vaso 
  • attuate una strategia di contenimento utilizzando una rete metallica o dei bastoncini di bambù (più eleganti a livello estetico ma de gustibus...)
  • potare periodicamente con delle cesoie il boschetto di rovi e arbusti per assicurare agli alberi circostanti il giusto spazio per crescere
  • rimuovere l'intero sistema delle radici di alcuni cespugli durante l'autunno. È più facile a dirsi che a farsi perché è necessario scavare, con una pala o una zappa, una buca di circa 40 x 40 cm e rimuovere così il terreno e, con esso, tutte le radici.
  • usate un erbicida come il glifosfato, un diserbante chimico che va diluito in acqua e somministrato al mattino presto. Il glifosfato è da evitare assolutamente per ogni tipo di coltura alimentare
  • un diserbante naturale per rovi è un rimedio 100% biologico: si tratta infatti di una soluzione liquida composta da acqua, sale e aceto da spruzzare sulle chiome e gli arbusti vicini al terreno.

 

Rovi e arbusti da eliminare: che attrezzi da giardino usare?

Se invece avete a che fare con piante infestanti di cui volete sbarazzarvi del tutto, vi serve una serie di azioni decisamente più drastiche. Per farlo avrete bisogno degli strumenti da giardinaggio adatti. Ecco indicativamente su quali orientarsi.

  • il tagliaerba a zainetto con lame e fruste multiple (se vi interessa saperne di più sui tagliaerba e sulla loro manutenzione, date un'occhiata a questo articolo del nostro blog)
  • per coloro che non ne vogliono sapere di attrezzi che provocano inquinamento acustico e atmosferico, la scelta ricade sul tradizionale zappone che tiene a distanza dalle spine. Unica nota dolente sta nel fatto che è uno strumento molto faticoso da usare rispetto ai suoi colleghi elettrici
  • il tagliarami allungabile molto utile per la lunghezza dei suoi manici e la forza del taglio
  • il decespugliatore per rovi: l'ideale è scegliere un modello che vi permetta di aggiungere o togliere dischi o lame diversi che si adattino a diversi tipi di utilizzo (per i rovi, per l'erba ecc.). Il decespugliatore a scoppio e a batteria vanno bene se c'è bisogno di una certa autonomia per coprire un vasto terreno verde; se invece il vostro giardino è relativamente piccolo, allora un decespugliatore elettrico può andare più che bene
  • una idropulitrice per rendere il lavoro più veloce e spazzare i residui dei rovi rimasti e eventualmente incrostati sul pavimento

Importante non trascurare mai la sicurezza, anche quando si parla di pulizia del giardino. Specialmente i rovi sono molto spinosi e quindi pericolosi sia per i bambini che per gli adulti. Quindi indossare sempre casco e occhiali da lavoro e guanti antitaglio, stivali e abbigliamento protettivo.

Se, per caso, vi pungete o vi graffiate con le spine, assicuratevi di essere stati sottoposti alla vaccinazione antitetanica e ad eventuale richiamo.

X